Salta al contenuto

Mercoledì 08 Aprile 2020

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

AUTORIZZAZIONI SPETTACOLI

Manifestazioni temporanee di pubblico spettacolo e intrattenimento
La procedura e la modulistica allegata sono valide dal 1 ottobre 2019. Si intendono manifestazioni temporanee le forme di spettacolo e intrattenimento rivolte al pubblico che si svolgono per un periodo di tempo limitato nell'arco dell'anno. A titolo esemplificativo: concerti, trattenimenti musicali all'aperto o al chiuso, rappresentazioni teatrali e cinematografiche all'aperto, feste da ballo e similari.
.
I soggetti interessati e modalità di presentazione
Ai sensi dell'art.icolo 2 delle Direttive in materia di Sportello Unico per le Attività Produttive e per l'Edilizia (SUAPE), approvate con deliberazione della Giunta Regionale n.11/14 del 28 febbraio 2017, successivamente modificate con Deliberazione della Giunta Regionale n. 10/13 del 228 febbraio 2018, a far data dal 13 marzo 2017, i soggetti che intendono organizzare una manifestazione di spettacolo ed intrattenimento, connessa ad un’attività economica e produttiva di beni e servizi, intesa come attività economica privata non salariata avente normalmente quale corrispettivo una forma di retribuzione, devono inviare la Dichiarazione Unica Abilitativa (D.U.A.)  esclusivamente attraverso il portale telematico www.sardegnaimpresa.eu.

I soggetti che intendono organizzare una manifestazione, ricadente nelle quattro tipologie sotto individuate, in forma gratuita o che, pur prevedendo un corrispettivo, sono svolte in forma del tutto contingente o temporanea, con proventi di norma destinati a finanziare attività sociali devono inviare - dall'1 ottobre 2019 - Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.) o Richiesta di Autorizzazione, compilando l'apposita modulistica sotto riportata, indirizzata al Servizio Cultura e Spettacolo ESCLUSIVAMENTE attraverso la posta elettronica certificata (PEC) del Protocollo Generale del Comune di Cagliari: protocollogenerale@comune.cagliari.legalmail.it

La S.C.I.A.
La S.C.I.A. comprensiva degli allegati richiamati nella stessa,  è immediatamente efficace ed abilita allo svolgimento della manifestazione dal momento dell'invio alla posta elettronica certificata (PEC) del Protocollo Generale, a condizione che la stessa sia correttamente compilata in ogni sua parte e completa degli allegati previsti.

Ogni responsabilità inerente le dichiarazioni in essa contenute è a carico dell’organizzatore.

La S.C.I.A. è trasmessa dal Servizio Cultura e Spettacolo agli enti/uffici competenti per le verifiche di rispettiva competenza anche per le eventuali comminazioni  delle sanzioni previste per legge.

La richiesta di autorizzazione
La richiesta di autorizzazione, comprensiva degli allegati richiamati nella stessa, dovrà essere inoltrata alla posta elettronica certificata (PEC) del Protocollo Generale, almeno 45 giorni prima dell’evento, al fine dell'istruttoria dell'istanza e procedere eventualmente all'ottenimento dei pareri degli enti/uffici terzi.

Il procedimento si conclude con il rilascio di un provvedimento espresso di autorizzazione all’evento previo - se necessario - parere favorevole della competente C.V.L.P.S., ovvero il diniego, nel caso in cui, vi siano motivi ostativi non superati.

L'autorizzazione è trasmessa dal Servizio Cultura e Spettacolo via PEC al richiedente ed agli enti/uffici competenti per le verifiche/controlli di rispettiva competenza.

La normativa di riferimento
  • Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - T.U.L.P.S. - Regio Decreto, n. 773 del 18 giugno 1931:
  • Regolamento T.U.L.P.S - Regio Decreto  n. 635 del 06 maggio 1940
  • D.M. 19 agosto 1996 “Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo”
  • Direttive inerenti la safety (dispositivi e misure strutturali a salvaguardia dell’incolumità delle persone) e la security (servizi di ordine e sicurezza pubblica);
  • Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Segreteria del Dipartimento – Ufficio Ordine Pubblico n. 555/OP/0001991/2017/1 del 07 giugno 2017 (cd. Direttiva Gabrielli);
  • Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile n. 11464 del 19 giugno 2017 (cd. Direttiva Frattasi);
  • Ministero dell’Interno – Gabinetto del Ministro n. 11001/110(10) del 28 luglio 2017 (cd. Direttiva Morcone);
  • Ministero dell’Interno – Gabinetto del Ministro n. 11001/1/110(10) del 18 luglio 2018 ;
  • Legge n. 447 del 26 ottobre 1995 - Legge quadro sull'inquinamento acustico;
  • D.P.C.M. 14 novembre 1997 - Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore;
  • Piano di classificazione acustica del territorio del comune di Cagliari e del regolamento acustico comunale, approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 37 del 13 aprile 2016;
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 65/13 del  22 dicembre 2015 in materia di soccorsi sanitari in occasione di manifestazioni;
  • Deliberazione della Giunta Comunale n. 474 del 07/12/2006 di approvazione Regolamento C.C.V.L.P.S. ex D.P.R. n. 311 del 28 maggio 2001.

A seguito delle modifiche apportate dal D.L. 8 agosto 2013, n. 91, ed dal testo coordinato con la legge di conversione, n. 112 del 7 ottobre 2013, gli articoli 68, 69 e 71 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - T.U.L.P.S. - Regio Decreto, n. 773/1931 , hanno visto l'introduzione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.) ai sensi dell'art. 19 L. n. 241/1990, che sostituisce le licenze di pubblico spettacolo e intrattenimento quando ricorrono determinate condizioni. Di seguito riportati gli articoli del T.U.L.P.S modificati.
  • Articolo 68 1. Senza licenza del Questore non si possono dare in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, accademie, feste da ballo, corse di cavalli, né altri simili spettacoli o trattenimenti, e non si possono aprire o esercitare circoli, scuole di ballo e sale pubbliche di audizione. Per eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti e che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio, la licenza è sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività di cui all'articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni, presentata allo sportello unico per le attività produttive o ufficio analogo.
  • Articolo 69 1. Senza licenza dell'autorità locale di pubblica sicurezza è vietato dare, anche temporaneamente, per mestiere, pubblici trattenimenti, esporre alla pubblica vista rarità, persone, animali, gabinetti ottici o altri oggetti di curiosità, ovvero dare audizioni all'aperto. Per eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti e che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio, la licenza è sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività di cui all'articolo 19 della legge n. 241 del 1990, presentata allo sportello unico per le attività produttive o ufficio analogo.
  • Articolo 71 Le licenze e le segnalazioni certificate di inizio attività, di cui negli articoli precedenti, sono valide solamente per il locale e per il tempo in esse indicati.

Al fine di tutelare la pubblica incolumità, i locali e gli spazi aperti in cui si svolgono, gli spettacoli sono soggetti a verifica con rilascio agibilità prevista dall'art. 80 del T.U.L.P.S da parte della competente Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo (C.V.L.P.S.).

Per attività di pubblico spettacolo da svolgersi in locali o spazi con capienza complessiva pari o inferiore a 200 persone, le verifiche della competente Commissione di Vigilanza di Pubblico Spettacolo sono sostituite da una relazione tecnica di un professionista iscritto nell'albo degli ingegneri, architetti, periti industriali, geometri che attesta la rispondenza del locale o dell'impianto alle regole tecniche stabilite dal D.M. 19/08/1996. (art. 141 del Regolamento T.U.L.P.S - R.D. n. 635 del 06 maggio 1940).

Non sono necessarie le verifiche se la manifestazione prevede allestimenti temporanei che si ripetono periodicamente con medesime strutture ed impianti, per i quali la competente Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo abbia già concesso l'agibilità art. 80 TULPS in data non anteriore a due anni. In questi casi la manifestazione potrà essere autorizzata direttamente dal Comune senza l'intervento della Commissione (art. 141 del R.D. n. 635/1940).

Manifestazione temporanea - Tipologia 1
Le manifestazioni che si svolgono in luogo all’aperto escluso dal campo di applicazione del D.M. 19 agosto 1996 -Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo-.in quanto non verranno installate strutture, quali allestimenti destinati allo stazionamento del pubblico, né palchi o pedane destinati agli artisti, né attrezzature elettriche e di amplificazione sonora.
  • in caso di manifestazioni svolte entro le ore 24 del giorno di inizio e con un'affluenza di pubblico non superiore alle 200 persone: S.C.I.A.;
  • in caso di manifestazioni con un'affluenza di pubblico superiore alle 200 persone: istanza e relativi allegati per il rilascio di un provvedimento espresso (autorizzazione/diniego), fermo restando che il Servizio Cultura e Spettacolo si riserva la facoltà di richiedere il parere  della competente C.V.L.P.S.;

Manifestazione temporanea - Tipologia 2
Le manifestazioni che si svolgono in luogo all’aperto compreso nel campo di applicazione del D.M. 19 agosto 1996 -Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo- in quanto verranno allestite strutture, quali allestimenti destinati allo stazionamento del pubblico, palchi o pedane destinati agli artisti, attrezzature elettriche e di amplificazione sonora;
  • in caso di manifestazioni svolte entro le ore 24 del giorno di inizio e con un'affluenza di pubblico non superiore alle 200 persone: S.C.I.A. e relazione tecnica di un professionista iscritto all’albo degli ingegneri, degli architetti o dei geometri, che attesti la rispondenza delle strutture alle norme e regole tecniche stabilite con il D.M. 19 agosto 1996;

  • in caso di manifestazioni con un'affluenza di pubblico superiore alle 200 persone: istanza e relativi allegati per il rilascio di un provvedimento espresso (autorizzazione/diniego), previo parere della competente C.V.L.P.S.;
Nel caso in cui la competente C.V.L.P.S.  abbia verificato l’agibilità degli allestimenti in data non anteriore a due anni: S.C.I.A. e  dichiarazione/relazione a firma di tecnico abilitato/organizzatore con la quale si attesta che gli allestimenti non sono mutati rispetto alla precedente manifestazione approvata dalla competente C.V.L.P.S.;

Manifestazione temporanea - Tipologia 3
Le manifestazioni che si svolgono in locale al chiuso.
  • in caso di manifestazioni svolte entro le ore 24 del giorno di inizio in locale al chiuso con capienza pari o inferiore a 200 persone: S.C.I.A. e relazione tecnica di un professionista iscritto all’albo degli ingegneri, degli architetti o dei geometri, che attesti la rispondenza delle strutture alle norme e regole tecniche stabilite con il D.M. 19 agosto 1996;

  • in caso di manifestazioni in locale al chiuso con capienza superiore alle 200 persone: istanza e relativi allegati per il rilascio di un provvedimento espresso (autorizzazione/diniego) previo parere della competente C.V.L.P.S.;
Nel caso in cui il locale sia già munito di licenza di agibilità  senza strutture aggiuntive che ne alterino l’agibilità o la competente C.V.L.P.S. abbia verificato l’agibilità del locale/degli allestimenti in data non anteriore a due anni: S.C.I.A. e  dichiarazione/relazione a firma di tecnico abilitato/organizzatore con la quale si attesta che la configurazione, le strutture e gli impianti installati non sono mutati rispetto alla precedente manifestazione approvata dalla competente C.V.L.P.S.;

Manifestazione temporanea - Tipologia 4
Le manifestazioni di grande rilevanza che si svolgono in luogo all'aperto o in locale chiuso e che richiedono l'installazione di un palco e di impianti di diffusione di elevata potenza, indipendentemente dall'utilizzo o meno di impianti e strutture per lo stazionamento del pubblico (sedie, tribune, etc.).

Richiesta istanza e relativi allegati per il rilascio di un provvedimento espresso (autorizzazione/diniego) previo parere della competente  C.V.L.P.S.
Requisiti richiesti
Colui che richiede le autorizzazioni di pubblico spettacolo o presenta, nei casi previsti, le SCIA, non deve avere riportato condanne penali ostative allo svolgimento dell’attività previste dall’art. 11 e all'art. 92 del T.U.L.P.S. (R.D. 18/06/1931, n. 773) e non deve essere sottoposto alle misure di prevenzione previste dalla vigente normativa antimafia (art. 67 del D.Lgs 06 settembre 2011, n. 159) da autocertificare da parte del dichiarante e di altre persone (amministratori e soci), in caso di società, associazioni, organismi collettivi;

Costi e modalità di pagamento
Per la S.C.I.A./Richiesta di Autorizzazione sono dovuti i diritti di segretaria di euro 5,16 da versare sul c/c 213090 o IBAN IT26S 01015 04800 000070687691 intestato al Comune di Cagliari – Servizio Tesoreria indicando la seguente causale -diritti di segreteria-

La Richiesta di Autorizzazione/Rilascio autorizzazione sono soggette all'assolvimento dell'imposta di bollo da euro 16,00.

Adempimenti preordinati alla S.C.I.A.
Manifestazione in area pubblica
Se la manifestazione si svolge su area pubblica dovrà essere preventivamente acquisita la concessione di suolo pubblico presso il Servizio Polizia Municipale o altro Servizio dell'Amministrazione/Altro Ente Gestore, utilizzando apposita modulistica dei Servizi/Enti competenti. La concessione di suolo dovrà essere allegata alla S.C.I.A.

Manifestazione in immobile di proprietà pubblica/privata
Se la manifestazione si svolge all'interno di un immobile di proprietà pubblica dovrà dovrà essere preventivamente richiesta l'autorizzazione almeno 30 giorni prima dello svolgimento della manifestazione, al Servizio dell'Amministrazione competente/Altro Ente Gestore, utilizzando apposita modulistica dei Servizi competenti. In caso di un immobile/area di proprietà privata dovrà essere prodotta documentazione sottoscritta dalle parti o acquisito l'assenso del proprietario. La documentazione/Assenso del proprietario dovrà essere allegato alla S.C.I.A.

Manifestazione con utilizzo di impianti che superato i limiti  di emissione sonora
Se la manifestazione prevede l’utilizzo di impianti di amplificazione acustica o comunque soggetti all’obbligo di valutazione di impatto acustico che prevedono il superamento dei limiti di emissione sonora previsti dal piano comunale di zonizzazione acustica, dovrà essere preventivamente richiesta l'autorizzazione in deroga, almeno 30 giorni prima dello svolgimento della manifestazione, inviando apposita richiesta, corredata dai documenti previsti e firmata digitalmente, al Servizio Cultura e Spettacolo alla posta elettronica certificata (PEC) del Protocollo Generale del Comune di Cagliari: protocollogenerale@comune.cagliari.legalmail.it. L'autorizzazione in deroga dovrà essere allegata alla S.C.I.A.

Adempimenti preordinati/contestuali alla richiesta di autorizzazione
Manifestazione in area pubblica
Se la manifestazione si svolge su area pubblica la concessione di suolo pubblico potrà:
  • essere preventivamente acquisita la concessione di suolo pubblico presso il Servizio Polizia Municipale o altro Servizio dell'Amministrazione/Altro Ente Gestore, utilizzando apposita modulistica dei Servizi competenti e dovrà, pertanto, essere allegata alla richiesta di autorizzazione
  • essere richiesta contestualmente alla richiesta di autorizzazione, utilizzando apposita modulistica dei Servizi competenti/Enti Gestori
Manifestazione in immobile di proprietà comunale/privata
Se la manifestazione si svolge all'interno di un immobile di proprietà comunale/privata l'autorizzazione all'utilizzo dell'immobile potrà:
  • essere preventivamente richiesta l'autorizzazione almeno 45 giorni prima dello svolgimento della manifestazione, al Servizio dell'Amministrazione competente/Altro Ente Gestore, utilizzando apposita modulistica dei Servizi competenti. In caso di un immobile/area di proprietà privata dovrà essere prodotta documentazione sottoscritta dalle parti o acquisito l'assenso del proprietario. L'autorizzazione/Assenso del proprietario dovrà essere allegato alla richiesta di autorizzazione
  • essere richiesta contestualmente alla richiesta di autorizzazione, utilizzando apposita modulistica dei Servizi competenti/Enti gestori

Adempimenti preordinati alla S.C.I.A./Autorizzazione
Manifestazione con accensione di fuochi artificiali
  • Se nel corso della manifestazione è prevista l'accensione di fuochi artificiali, dovrà essere preventivamente richiesta l'autorizzazione ex art. 57 T.U.L.P.S. all'autorità di pubblica sicurezza L'autorizzazione dovrà essere allegata alla S.C.I.A./Richiesta di Autorizzazione.

Comunicazione al Questore
  • Ai sensi dell’art. 18 del T.U.L.P.S l’organizzatore, almeno 3 giorni prima dello svolgimento della manifestazione, deve darne comunicazione al Questore, fermo restando che in caso di manifestazioni di grande rilevanza la comunicazione dovrà essere effettuata almeno 30 giorni prima del suo svolgimento.

Comunicazione alla centrale Operativa del 118
  • Il Piano Sanitario deve essere comunicato alla Centrale Operativa del 118, almeno 30 giorni prima dello svolgimento della manifestazione, secondo le disposizioni contenute nella Deliberazione della Giunta Regionale n. 65/13 del  22/12/2015,

Comunicazione finalizzata ai servizi di pulizia, raccolta e smaltimento rifiuti o di lavaggio straordinario delle aree
  • Ai sensi dell'art. 59, comma 1 del Regolamento per la disciplina della gestione dei rifiuti e dei servizi di igiene urbana, approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 164 del 13/11/2018, fermo restando quanto prescritto dal comma 2 del medesimo Regolamento, l’organizzatore, almeno 10 giorni prima dello svolgimento della manifestazione, deve darne comunicazione al Servizio Igiene del Suolo e Ambiente del Comune di Cagliari

Adempimenti contestuali alla S.C.I.A./Autorizzazione
Manifestazione con  attività di somministrazione di alimenti e/o bevande e installazione spettacoli viaggianti.

Se nell’ambito della manifestazione viene effettuata attività di somministrazione di alimenti e/o bevande dovrà essere presentato apposito modello attraverso il portale telematico www.sardegnaimpresa.eu

Eventuali adempimenti successivi alla presentazione della S.C.I.A./Autorizzazione
Gli organizzatori della manifestazione sono tenuti ad esibire la documentazione (S.C.I.A. o Autorizzazione) in sede di controllo da parte degli organi preposti.

Avvertenze
Ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, e del D. Lgs 7 marzo 2005, n. 82, la S.C.I.A./Richiesta di Autorizzazione ed i relativi allegati  devono essere firmati digitalmente dal soggetto tenuto alla sottoscrizione o, in alternativa, dal soggetto incaricato di procura alla firma e devono essere obbligatoriamente inoltrati in formato pdf (es. scia.pdf.p7m).

In caso di procura alla firma, la S.C.I.A./Richiesta di Autorizzazione deve essere sottoscritta con firma autografa dal soggetto delegante e conservato in originale dal procuratore, il quale provvederà a firmare la stessa digitalmente.

Non è richiesta la sottoscrizione digitale sui documenti da presentare in copia semplice (es. documento d'identità/copia permesso di soggiorno).

All'uopo può essere utilizzata la Tessera Sanitaria - Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS). La TS-CNS è, infatti, predisposta per l’inserimento gratuito di un certificato che ne integra la funzionalità di firma digitale,

La firma digitale è l’equivalente informatico di una tradizionale firma apposta su carta e ha la funzione di attestare la validità, la veridicità e la paternità di un documento su mezzo informatico.

L'utilizzo di modulistica difforme può essere ammesso solo a parità di contenuti.

L'utilizzo della Richiesta di Autorizzazione in luogo della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.), per le tipologie di manifestazioni temporanee sopra indicate, determinerà l'irricevibilità dell'istanza inviata.

Contatti
Telefono: 070 6776468 - 6776476 - 6776471
Email: cultura@comune.cagliari.it
Sede: Via Mameli 164 c/o MEM

CORRELATI

Data aggiornamento: domenica 15 dicembre 2019
Rightbar