Salta al contenuto

Lunedì 03 Agosto 2020

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Gli assessori Paolo Frau e Roberto Marras alla presentazione di Skillellé

L’obiettivo del progetto è quello di contrastare il fenomeno della povertà educativa degli adolescenti, in particolare dei quartieri Is Mirrionis e San Michele

VID659879

Cagliari città della cultura, Cagliari città dello sport, Cagliari città del turismo, Cagliari città dell'innovazione, Cagliari città della sostenibilità. Hanno uguale denominatore le sfide che il Comune si è trovato ad affrontare: la dimensione umana. La stessa che si è respirata a pieno stamattina all'Ufficio di Città 3 di via Montevecchio 29 alla presentazione di “Skillellé – Pronti per il mondo”, il progetto che mira a “contrastare il fenomeno della povertà educativa nella fascia di età 11-17 anni”, circa 1000 ragazze e ragazzi che risiedono o gravitano nella Città Metropolitana a rischio esclusione, anche già usciti dal percorso scolastico.

“Skillellé interessa in maniera particolare le famiglie degli adolescenti dei quartieri Is Mirrionis e San Michele”, hanno spiegato gli assessori Paolo Frau e Roberto Marras, titolari rispettivamente della Cultura e delle Politiche sociali, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione del progetto e rimarcandone l’importanza per tutta la città.

Grazie alla collaborazione tra il Comune e i diversi enti (tra cui l'Università di Cagliari, il Centro di Giustizia Minorile per la Sardegna, la Città Metropolitana, l’ATS Sardegna, Ctm), scuole e organizzazioni radicate nel territorio, il progetto ideato dall’associazione culturale Malik e selezionato dall'Impresa sociale Con i Bambini (interamente partecipata dalla fondazione Con il Sud), realizzerà una rete stabile di presidi civici che combinando attività scolastiche, attività extra-scolastiche e tempo libero, contribuirà a “tracciare nuovi percorsi di vita”.

All’incontro con i giornalisti di stamattina anche Stefano Asili, Barbara Cadeddu e Laura Pisu (responsabili del progetto Skillellé), Nevina Satta (direttore generale della Fondazione Sardegna Film Commission) e tra gli altri Luigi Minerba (direttore dell’Area socio-sanitaria Cagliari ATS Sardegna) e Roberto Murru (direttore Ctm Spa).
Rightbar
  • 25 ottobre 2018