Salta al contenuto

Domenica 26 Settembre 2021

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

REALIZZARE SERVIZI DI CURA E SOCIO-EDUCATIVI

L’analisi condotta sui servizi e sulla varietà di popolazione che nel tempo ha popolato il quartiere e, della rete di infrastrutture da cui il quartiere, ormai inglobato nel tessuto compatto della città consolidata, è servito, testimonia la centralità fisica e funzionale di Is Mirrionis, che non può essere di fatto considerato una periferia in senso tradizionale.

L’esame dei dati sulla popolazione residente per fasce d’età fa emergere una forte presenza nel quartiere delle fasce di età più avanzata: il 26,63 per cento (3.374) degli abitanti ha più di 65 anni di età.
La progressiva crescita del degli anziani nel quartiere rende pertanto necessaria una generale riconsiderazione delle politiche e dei servizi dedicati espressamente a questa categoria di cittadini.

Vista la forte presenza nel quartiere di anziani, e di anziani soli in prevalenza donne, emerge la necessità di creare strutture e fornire servizi di supporto integrato alla popolazione anziana.

L’obiettivo del progetto è l’aumento dei servizi di cura rivolti a persone con limitazione dell’autonomia nel quartiere Is Mirrionis, attraverso il recupero funzionale di alcuni spazi inutilizzati presso l’ex edificio scolastico di via Abruzzi e l’edificazione al suo interno di un polo integrato sociosanitario costituito, oltre che da uffici comunali del Servizio Politiche Sociali, dal Centro Diurno per Anziani e dal Centro Salute di Quartiere.

Anche nell’ottica della conciliazione, verranno erogati buoni servizio per attività sociali a rilevanza sanitaria volti ad agevolare la conciliazione tra vita lavorativa e carichi familiari, in particolare delle donne che spesso, in maniera quasi esclusiva, si fanno carico delle attività di cura degli anziani o disabili a discapito di una vita lavorativa extra-familiare.

Tempi: 40 mesi
Costi: 2.330.000,00 euro – (FSE 700.000,00 euro; FESR 1.630.000,00 euro)

Rightbar