Salta al contenuto

Venerdì 14 Agosto 2020

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Cagliari accanto alle donne che lottano contro il tumore al seno

Martedì 29 ottobre al Municipio “Ottobre in Rosa a Cagliari”, dalle 20 serata concertistica e mostra pittorica nel Cortile d’onore. Le assessore Dedola e Lantini, e le presidenti Loi e Scarfò: “Vitale la prevenzione e della diagnosi precoce”.

VID704331

Nell'ambito dell'Ottobre Rosa, la campagna di sensibilizzazione mondiale per la prevenzione del tumore al seno, martedì 29 ottobre, a partire dalle ore 20, a Cagliari nel Cortile d’onore del Municipio di via Roma 145, sarà organizzata una serata concertistica a cura della scuola Civica di Musica e una mostra pittorica dell’artista Antonio Murgia. Obiettivo: “celebrare le donne che lottano nella quotidianità contro il tumore al seno”.

A scandirlo forte l'assessora alla Pari Opportunità Rita Dedola, l'assessora alle Politiche sociali Viviana Lantini, la presidente della Commissione consiliare Pari Opportunità Stefania Loi e la presidente della Commissione consiliare Politiche sociali Antonella Scarfò, che stamattina, innanzi ai giornalisti chiamati a raccolta nella Sala del Retablo, hanno rimarcato all’unisono la “importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori al seno e dei controlli diagnostici da effettuare”, grazie a cui la mortalità è scesa del 35 per cento.

In stretta simbiosi e a supporto della valenza dell’iniziativa di sabato anche il commissario ATS Cagliari Giorgio Steri e la responsabile dello Screening alla mammella, Maria Antonietta Barracciu. Dati alla mano i due medici hanno parlato di “oltre 12mila donne che hanno superato la patologia”. E per l’anno venturo è in programma la chiamata di 42mila donne per lo screening mammografico in una delle strutture più prossime alla residenza. “Per le donne dai 50 a 69 anni l’esame con cadenza biennale è completamente gratuito”. Grazie a un intervento della regione Sardegna, anche le donne 45/50 non pagano nulla se a prescriverlo è il medico di base.

“La mammografia salva la vita”, ha concluso Maria Antonietta Barracciu illustrando il percorso screening (link più sotto).
Rightbar
  • 25 ottobre 2019