Salta al contenuto

Sabato 08 Agosto 2020

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Il Comune di Cagliari aderisce a “Io combatto il cancro”

L'Assessore alla Salute Ferdinando Secchi ha confermato l'appoggio dell'amministrazione alla campagna di informazione e di sensibilizzazione sugli screening istituzionali
L'Assessore Secchi alla conferenza stampa
L'Assessore Secchi alla conferenza stampa

E' ufficialmente partita oggi, con la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta alla MEM – Mediateca del Mediterraneo di Via Mameli a Cagliari, la campagna di informazione “Io combatto il cancro”, promossa dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), dalla Regione Sardegna e dalla Azienda Tutela Salute Sardegna (ATS), sotto il patrocinio degli Ordini provinciali dei Medici e degli Odontoiatri, della Federfarma Sardegna, dei Sindaci dei Comuni di Cagliari, Oristano, Nuoro e Sassari, finalizzata alla sensibilizzazione della popolazione sarda alla adesione ai programmi di screening istituzionali.

Per l'amministrazione cittadina era presente l'Assessore alle Politiche Sociali e Salute Ferdinando Secchi che ha garantito la massima collaborazione del Comune di Cagliari per la buona riuscita del progetto.

“Le percentuali di adesione allo screening – ha spiegato l'Assessore Secchi - sono uno dei maggiori indicatori di efficacia del programma, e che anche la città di Cagliari, seppure con discrete percentuali, non riesce a raggiungere l'obiettivo di adesione agli screening ritenuto dalla Comunità Scientifica come accettabile (adesione effettiva superiore al 60%) per delle analisi a campione di efficacia”.

L'assessore Secchi riportando i dati dell'AIOM, che da una recente indagine conoscitiva effettuata su una popolazione sarda eterogenea per sesso, età e scolarità ha fatto emergere che meno del 50% sia a conoscenza della istituzione dei programmi regionali di screening, ha rivolto un appello a tutti i cittadini cagliaritani. “E' necessario effettuare gli screening perché se sono eseguiti con regolarità sono in grado di ridurre la incidenza e la mortalità da cancro”.
Rightbar
  • 25 maggio 2017