Salta al contenuto

Sabato 08 Agosto 2020

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Il Comune in prima linea con “Frequenza200” per combattere la dispersione scolastica

Gli assessori Secchi e Marcialis hanno partecipato alla presentazione dei risultati del progetto promosso dall'Ong WeWord che in 2 anni ha coinvolto 110 famiglie cagliaritane.
Intervento dell'assessore Secchi alla presentazione
Intervento dell'assessore Secchi alla presentazione
Il Comune di Cagliari è stato partner del progetto “Frequenza200”, promosso dall'Ong WeWorld, da anni impegnata nella difesa dei diritti di donne e bambini e in Italia e nel Mondo), dalla Fondazione con Il Sud, dalla Cooperativa sociale La Clessidra e dalla Fondazione Somaschi Onlus.

Alla presenza dell'assessore alle Politiche sociali e Salute, Ferdinando Secchi e di Yuri Marcialis, assessore alle Pubblica istruzione, Sport e Politiche giovanili, è stata presentata l'attività portata avanti nel territorio di Cagliari con azioni di intervento, di contrasto e prevenzione al fenomeno della dispersione scolastica.

L'iniziativa, partita a luglio 2015, è stata realizzata attivando un intervento integrato che ha coinvolto tutti gli attori che, a diversi livelli, sono espressione delle voci del quartiere (Comune, Scuola, territorio, famiglia, minori e operatori), attraverso una serie articolata di iniziative formative incentrate su culture, politiche e pratiche inclusive. Obiettivo: garantire il diritto allo studio e all’educazione.

“Durante due anni di attività - ha commentato Secchi - “Frequenza200” è stato in grado di incidere positivamente sul processo formativo, educativo e didattico, attraverso un lavoro territoriale e cooperativo, con metodologie basate sulla motivazione, ruolo attivo, valutazione e autovalutazione, nella costruzione di un’identità individuale e collettiva”.

E infatti in questo periodo sono state intercettate più di 110 famiglie che hanno visto i loro figli frequentare con assiduità di presenza, i centri ed un livello di soddisfazione dei beneficiari di oltre il 90%.

Questi risultati dimostrano l'efficacia delle attività proposte e del lavoro di coinvolgimento ed ingaggio dei ragazzi, delle loro famiglie e delle scuole.

È opportuno sottolineare inoltre l’efficacia dell'attività svolta e l'importante positivo impatto sociale che il progetto ha avuto sul quartiere Sant'Elia dove il centro base di “Frequenza200”, ha rappresentato un punto di riferimento fondamentale per i ragazzi e per le loro famiglie.

Per l'assessore Marcialis “la prosecuzione del progetto è auspicabile e da perseguire attraverso il suo sostegno”.
Rightbar
  • 22 giugno 2017