Salta al contenuto

Sabato 08 Agosto 2020

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

La finale di calcio integrato della “SuperLeague” si è giocata a Cagliari

Sabato 25 maggio in campo al Terrapieno dei calciatori special
SuperLeague a Cagliari
SuperLeague a Cagliari
Con il patrocinio per il terzo anno consecutivo del Comune, si è disputata a Cagliari sabato 25 maggio la finalissima del torneo nazionale “SuperLeague”, progetto di calcio a cinque integrato che ha visto scendere in campo persone con disabilità insieme a tutti gli sportivi che nella diversità vedono sempre una ricchezza per la comunità locale.

Cagliari, Milano e Oristano sono state le squadre che sul terreno di gioco del Terrapieno e nonostante la pioggia incessante hanno gareggiato sportivamente per contendersi la vittoria, dopo un mese di allenamenti e mini tornei giocati nelle tre fasi locali. Calcio d'inizio alle 16 in un pomeriggio all'insegna di sport, amicizia e divertimento. Per diritto di cronaca è giusto informare che a trionfare è stata la squadra milanese. Ma la gioia e la vittoria sono state condivise da tutti i calciatori special e no. A seguire un terzo tempo in compagnia durato fino a tarda sera tra buon cibo e giochi.

L'iniziativa, ideata da PlayMore! Moscova, anche quest’anno è stata organizzata dalla Mediterranea Cagliari in collaborazione con il Centro sportivo Terrapieno, l'associazione Millesport e l'associazione Sporty di Oristano.

La SuperLeague è un'occasione per fare squadra, un'opportunità d'incontro e di scambio, un torneo che va ben oltre le partite giocate in campo. “Si tratta di una vera e propria festa dello sport e soprattutto aperta a tutti: giocatori, familiari, amici e alla cittadinanza che vuole aderire all'iniziativa” fanno sapere gli organizzatori, felici di vedere la città di Cagliari sempre presente durante queste manifestazioni sociali.

Oltre 500 gli atleti che da tutta Italia hanno preso parte al torneo, 27 le onlus e più di 30 aziende che supportano il progetto, insieme per dimostrare come lo sport vada oltre ogni differenza e pregiudizio.
Rightbar
  • 27 maggio 2019